Ecco perchè ho smesso di fare siti web

Siamo sinceri, oggi realizzare un sito web è molto semplice. Esistono sistemi per poterli realizzare gratuitamente, esistono marketplace per l’acquisto di temi, esistono community per sviluppatori che risolvono problematiche in men che non si dica ed esistono risorse gratuite potentissime (qualcuno a detto WordPress?). Le procedure di realizzazione si sono standardizzate, il mercato si adatta ogni anno alle mode del momento (avete bisbigliato la parola “one-page” per caso?), i framework sono armai potensissimi e già pronti (Bootstrap?). Ormai tutto è “a prova di stupido” e “già pronto”, bisogna solo assemblare.

Personalmente, come programmatore, negli ultimi tempi ho sentito il bisogno di mettere la mia esperienza al servizio di qualcosa di diverso, non più nella realizzazione di siti web (quelli che mi conoscono sanno che li chiamo “del rosticciere sotto casa”) con obiettivi fini a se stessi, ma in progetti ben più importanti, impegnativi e soprattutto con grandi obiettivi.

Preferisco lasciare la realizzazione di siti da 5 pagine a chi ne ha più bisogno di me, al ragazzino sotto casa che arrotonda il weekend, al cugino del mio amico oppure alle agenzie strutturate che devono “fare cassa” portandosi a casa il prossimo cliente numerato da riempire con belle parole e poca sostanza.

Ho scelto ed imparato a dedicarmi a progetti più ambiziosi, a strutture web complesse e che hanno obiettivi importanti, belli e che soddisfano sia me che il committente. Ho smesso di lavorare su siti web, ho iniziato a lavorare su progetti online. Anche i miei clienti hanno iniziato a lavorare così.

Oggi quando il telefono squilla è perchè hanno bisogno di me, non io di loro. Oggi gli incontri con il cliente si fanno con l’obiettivo comune di raggiungere obiettivi, non di chiedere lo sconto. Oggi i progetti sono fatti di infrastrutture, scalabilità nel medio termine, investimenti marketing, visibilità integrata, web applications, cyber security e gestione del rischio (immagine, informatico, aziendale…).

Oggi è anche fatto di condivisione, di idee, di startup e di agile development.

Oggi, non per ultimo, è fatto di stima reciproca, di obiettivi comuni, di team building e di strette di mano.

Ho smesso di fare siti web: sono più soddisfatto e sono più felice.
Perchè tornare indietro?

Daniele Ferlahttps://www.desdinova.it
Aiuto aziende e professionisti che hanno bisogno di sviluppare in modo creativo, alternativo ed efficace la loro identità digitale e che desiderano ottenere visibilità e risultati concreti attraverso lo sviluppo di strumenti online dall'elevata innovazione e personalizzazione.
Aiuto aziende e professionisti che hanno bisogno di sviluppare in modo creativo, alternativo ed efficace la loro identità digitale e che desiderano ottenere visibilità e risultati concreti attraverso lo sviluppo di strumenti online dall'elevata innovazione e personalizzazione.

Must Read

Configuratore 3D Online: Perché il tuo sito dovrebbe averne uno e perchè no

Cosa è un configuratore 3D online In questa doverosa introduzione è necessario chiarire cosa si intende per "Configuratore 3D...

Il 3D marketing rivoluzionerà il digital marketing?

Per poter dare una risposta certa alla domanda dell'articolo è necessario prima di tutto fare alcune considerazioni su argomenti che influiscono notevolmente su tematiche che, in realtà, stanno anche al di fuori del web. Di seguito quindi una panoramica sugli argomenti principali nell'affrontare il 3D marketing e un personale conclusione sullo stato dell'arte.

I voxel, la versione 3D del pixel

Se parlando di grafica 2D ci troviamo a introdurre il concetto di pixel, nella grafica 3D è necessario parlare di voxel come unità di misura del volume occupato nelle componenti x,y,z nello spazio. Con questo articolo cerco di far luce su questa relativamente nuova unità di misura che passa dalla teoria della rappresentazione volumetrica fino alla stampa 4D, passando all'uso artistico ed estetico del mezzo grazie a recenti videgiochi.