Quali rischi corre un web designer, uno sviluppatore web o un social media manager?

Molto spesso chi affronta l’ambito delle professioni digitali attraverso la partita IVA dimentica quali possono essere i rischi che si corrono quotidianamente.

Non sto parlando di rischi legati ad errori, valutazioni sbagliate oppure problemi economici. Sto parlando di tutti quei rischi che possono in qualche modo generare mancato guadagno al proprio cliente oppure, peggio, perdite di fatturato.
Non è facile affrontare con metodo questo tipo di problematiche ma credo sia doveroso farlo anche solo come punto di riferimento per un discorso più ampio che può finire certamente in aspetti legali e di risarcimento danni.

Di seguito quindi una lista, non ordinata e non catalogata, di possibili problematiche dovute ai rischi delle professione digitali:

  • Perdita di dati sensibili presenti nel database/files del cliente
  • Perdita di dati economici presenti nel database/files del cliente
  • Cancellazione completa di account di posta elettronica del cliente
  • Perdita o errata schedulazione di backup di recupero di documenti del cliente
  • Propagazione accidentale di software malevoli o virus su computer/siti del cliente
  • Perdita economica derivate da errata programmazione del sistema di pagamento del sito ecommerce
  • Infrazione di diritti d’autore o copyright derivanti dalla realizzazione di un logo o di un marchio
  • Utilizzo di fotografie coperte da copyright
  • Errata schedulazione di post importanti ai fini di vendita o pubblicità
  • Errata gestione dei pagamenti delle campagne pubblicitarie online
  • Cattiva pubblicità derivante da commenti innappropriati a nome del cliente
  • Pubblicazione non approvata di contenuti fuori luogo e lesivi dell’immagine del cliente

Tutti i rischi elencati sopra ricadono nella tipologia di “mancato guadagno” (introito presunto se tutto fosse andato correttamente) oppure di “perdita derivante” (esborso in termini di denaro/tempo per risolvere la problematica causata) in quanto ognuna delle situazioni di cui sopra intacca, prima di tutto, la sfera economica del cliente.

Gli esempi che possiamo fare possono essere moltissimi. Vi chiedo dunque di immaginare le diverse situazioni in cui una mal gestione della situazione oppure un errore banale sfociano in un problema complesso per il professionista, una perdita per il cliente e dunque la sua rivalsa verso il professionista stesso che, purtroppo, si troverà a farne le spese.

Se da un lato la professione in ambito digitale può offrire parecchie soddisfazioni e dall’altro nasconde le insidie comuni dell’imprenditorialità di se stessi, è necessario però tenere presente che vi è un altro lato da tenere in considerazione: quello che nel proprio lavoro si possono commettere errori, mancanze o distrazioni che si ripercuotono sul fatturato e l’attività del proprio cliente.

…ed il cliente è buono finchè non lo facciamo arrabbiare.

Daniele Ferlahttps://www.desdinova.it
Aiuto aziende e professionisti che hanno bisogno di sviluppare in modo creativo, alternativo ed efficace la loro identità digitale e che desiderano ottenere visibilità e risultati concreti attraverso lo sviluppo di strumenti online dall'elevata innovazione e personalizzazione.
Aiuto aziende e professionisti che hanno bisogno di sviluppare in modo creativo, alternativo ed efficace la loro identità digitale e che desiderano ottenere visibilità e risultati concreti attraverso lo sviluppo di strumenti online dall'elevata innovazione e personalizzazione.

Must Read

Configuratore 3D Online: Modalità di generazione della richiesta di personalizzazione

Nello sviluppo di un configuratore 3D una delle questioni più importanti da valutare e l'ultima parte del flusso di configurazione. Sembrerà strano...

Alternativa gratuita a ExQuilla for Microsoft Exchange per Thunderbird: DevMail

Per chi utilizza account Microsoft Exchange (di fatto indirizzi di posta su Microsoft 360) configurati su Mozilla Thunderbird attraverso l'add-on ExQuilla, in questi giorni avrà ricevuto sicuramente un avviso di scadenza della licenza, seppur fino ad ora gratuito.

Uno sguardo al 3D realtime oggi

Sono i numeri a parlare di un aumento di richieste professionali in ambito 3D realtime per sviluppi web. Negli ultimi due anni infatti la richiesta è aumentata del 600% rispetto alle richieste nell'ambito della pura modellazione 3D (quella eseguita tramite software come 3DS, Maya, etc). E' una richiesta destinata a cresce ancora e che prevede anche un salario più alto di circa il 20%.