Come passare il tuo blog dalla piattaforma BlogEngine a WordPress

Passare da BE a WP

Il Fondo del Web cambia, a distanza di circa 5 anni, la piattaforma che sta alla base del blog: passa da BlogEngine.NET (scritta in Microsoft Asp.NET su server Windows) a WordPress (scritta in PHP su server Linux). Un bel cambiamento, dettato sopratutto dai pochi aggiornamenti di BlogEngine e sopratutto dal costante sviluppo e supporto di WordPress (e tutti i plugins). Un passaggio doveroso anche per cambiare stile grafico (ancora in corso a dire il vero).
L’esperienza di passaggio tra la vecchia piattaforma e la nuova è stato però abbastanza difficoltoso e vorrei spiegarla in dettaglio in questo post affinchè possa essere di aiuto a chi voglia eseguire questo cambiamento. Di seguito dunque una serie di passaggi da eseguire con alcune dritte.

  • BE: Esportare tutto il blog tramite la funzione Esporta della piattaforma BlogEngine in un file BlogML.xml
  • BE: Non verranno esportate le singole pagine che andranno salvate direttamente in HTML
  • BE: Copiare tutte le immagine del vecchio blog e caricarle in una directory nella root del nuovo blog chiama \old-files (o simile)
  • BE: Modificare il file .xml cambiando le src delle immagine da src=”/image.axd?picture= in src=”http://www.mioblog.it/old-files
  • BE: OpneML esporta le categorie sotto forma di ID, è necessario modificare quest’ultimi in una forma più leggibile perchè verranno importati da WordPress in forma testuale
  • WP: Installare WordPress normalmente
  • WP: Scaricare il plugins BlogML Importer qui
  • WP: Importare il file OpenML.xml tramite il nuovo plugins. Chiederà di associare un utente di WP a quello base che trova nel file xml
  • WP: Verificare che tutti i post, tutte le categorie e tutti i commenti siano importati correttamente
  • WP: Installare il plugins Redirection qui
  • WP: Attraverso il plugins Redirection creare una serie di Redirect 301 per puntare i vecchi files BlogEngine (che hanno la forma \post\mio-post.aspx) a quelli nuovo di WordPress (che sono \mio.post\). Quelli creati da me sono questi:
  • Partenza: /post/(.*).aspx
    Arrivo: /$1/
    Codice: 301
  • Partenza: /page/(.*).aspx
    Arrivo: /$1/
    Codice: 301
  • Partenza: /category/(.*).aspx
    Arrivo: /category/$1/
    Codice: 301
  • WP: Ricreare le singole pagine in HTML tenendo presente di dare il nome del files (permalink) identico a quello in aspx per preservare il posizionamento)
  • WP: Potrebbe essere necessario dover cancellare tutti i post e re-importarli qualche volta per fare in modo che le vecchie immagini abbiano puntato correttamente a quelle salvate. Consiglio l’uso di BulkDelete qui per cancellare in un colpo solo i post facendo attenzione

Questo è tutto. Preparatevi a lunghe sessioni di lavoro (io ci ho messo circa 6/8 ore per ultimare il tutto, ma sopratutto per capire come procedere) ma il risultato sarà veramente soddisfacente.

Daniele Ferlahttps://www.desdinova.it
Aiuto aziende e professionisti che hanno bisogno di sviluppare in modo creativo, alternativo ed efficace la loro identità digitale e che desiderano ottenere visibilità e risultati concreti attraverso lo sviluppo di strumenti online dall'elevata innovazione e personalizzazione.
Aiuto aziende e professionisti che hanno bisogno di sviluppare in modo creativo, alternativo ed efficace la loro identità digitale e che desiderano ottenere visibilità e risultati concreti attraverso lo sviluppo di strumenti online dall'elevata innovazione e personalizzazione.

Must Read

Configuratore 3D Online: Modalità di generazione della richiesta di personalizzazione

Nello sviluppo di un configuratore 3D una delle questioni più importanti da valutare e l'ultima parte del flusso di configurazione. Sembrerà strano...

Alternativa gratuita a ExQuilla for Microsoft Exchange per Thunderbird: DevMail

Per chi utilizza account Microsoft Exchange (di fatto indirizzi di posta su Microsoft 360) configurati su Mozilla Thunderbird attraverso l'add-on ExQuilla, in questi giorni avrà ricevuto sicuramente un avviso di scadenza della licenza, seppur fino ad ora gratuito.

Uno sguardo al 3D realtime oggi

Sono i numeri a parlare di un aumento di richieste professionali in ambito 3D realtime per sviluppi web. Negli ultimi due anni infatti la richiesta è aumentata del 600% rispetto alle richieste nell'ambito della pura modellazione 3D (quella eseguita tramite software come 3DS, Maya, etc). E' una richiesta destinata a cresce ancora e che prevede anche un salario più alto di circa il 20%.