Il punto della situazione sui siti one-page

one-page-layout

Da qualche tempo a questa parte sono giunti alla ribalta quelli che vengono definiti come siti one-page.
Sostanzialmente sono siti internet sviluppati in verticale dove tutti i contenuti del sito sono accessibile dalla prima, ed unica, pagina del sito. Il passaggio da una sezione all’altra non avviene attraverso il caricamento di una nuova pagina web, ma muovendosi all’interno delle sezioni di quell’unica pagina.

Sono siti web con una struttura molto semplificata (non esistono sottosezioni, alberi di navigazione, etc) e anche facilmente realizzabili in quanto non serve più sviluppare tante pagine internet differenti, ma solo diverse sezioni. Per questi due motivi i siti con layout one-page sono divenuti un’abile mossa commerciale di moltissime società web o presunti web designer che, al fine di accalappiarsi un nuovo cliente, non esitano ad approcciarlo con un progetto web sviluppato su un’unica pagina, economico e del tutto privo di struttura e ottimizzazione.

Uno dei problemi principali di un sito mono pagina, non citato dalle società web di cui sopra, è senza alcun dubbio la scarsa possibilità di ottimizzazione SEO per i motori di ricerca. Le problematiche sono moltepli:

  • Un’unica pagina avente tutti i contenuti risulta pesante e i motori odiano le pagine pesanti
  • Un’unico URL permette di lavorare solo su una, al più due, keywords
  • Un’unico titolo di pagina H1 è insufficiente per ottimizzare tutto sito
  • Un’unica classe di meta tags è insufficiente per ottimizzare tutto il sito
  • Un’unica pagina presuppone che non ci siano links interni, amati invece dai motori

Personalmente ho realizzato siti one-page. Li ho però realizzati con cognizione di causa (di comunicazione).
Mi sento di proporli, elencandone sempre tutte le problematiche, solo quando si ha a che fare con “progetti“, con “idee” o con “nuovi prodotti” che possono, e sopratutto devono, essere presentati in un’unica pagina esplicativa, come fosse una landing page. Pensare di rappresentare un business o una struttura aziendale attraverso un sito one-page, oltre che sciocco, è anche deleterio.

Se qualcuno vi ha proposto di fare un sito one-page per “spendere meno” significa che non ha a cuore il vostro progetto web e vuole solo vendervi una pagina fine a se stessa ma soprattutto senza alcuna strategia.

Daniele Ferlahttps://www.desdinova.it
Aiuto aziende e professionisti che hanno bisogno di sviluppare in modo creativo, alternativo ed efficace la loro identità digitale e che desiderano ottenere visibilità e risultati concreti attraverso lo sviluppo di strumenti online dall'elevata innovazione e personalizzazione.
Aiuto aziende e professionisti che hanno bisogno di sviluppare in modo creativo, alternativo ed efficace la loro identità digitale e che desiderano ottenere visibilità e risultati concreti attraverso lo sviluppo di strumenti online dall'elevata innovazione e personalizzazione.

Must Read

Configuratore 3D Online: Modalità di generazione della richiesta di personalizzazione

Nello sviluppo di un configuratore 3D una delle questioni più importanti da valutare e l'ultima parte del flusso di configurazione. Sembrerà strano...

Alternativa gratuita a ExQuilla for Microsoft Exchange per Thunderbird: DevMail

Per chi utilizza account Microsoft Exchange (di fatto indirizzi di posta su Microsoft 360) configurati su Mozilla Thunderbird attraverso l'add-on ExQuilla, in questi giorni avrà ricevuto sicuramente un avviso di scadenza della licenza, seppur fino ad ora gratuito.

Uno sguardo al 3D realtime oggi

Sono i numeri a parlare di un aumento di richieste professionali in ambito 3D realtime per sviluppi web. Negli ultimi due anni infatti la richiesta è aumentata del 600% rispetto alle richieste nell'ambito della pura modellazione 3D (quella eseguita tramite software come 3DS, Maya, etc). E' una richiesta destinata a cresce ancora e che prevede anche un salario più alto di circa il 20%.