In un periodo storico dove è facile parlare di social media marketing così come di email marketing, search engine marketing o content marketing, parlare di 3D marketing è ancora lontano. E’ per questo motivo che è necessario iniziare a parlarne ora, sul serio.

Il concetto di 3D web marketing non è sicuramente nuovo ma, basandosi sulla tecnologia in senso stretto, esso è sottoposto purtroppo a cambiamenti repentini così come lunghe attese, spesso legate al pieno supporto da parte degli strumenti.

Cosa è il 3D Web Marketing?

Essenzialmente ricade nel concetto di marketing 3D tutto quello che permette al cliente di visualizzare, interagire, navigare e conoscere un prodotto attraverso una visualizzazione in tre dimensioni, nel web.

Proviamo ad immaginare l’acquisto di un prodotto, ad esempio su Amazon oppure su una piattaforma di e-commerce che usiamo abitualmente. L’unico elemento visuale che ci permette di effettuare l’acquisto conoscendone perfettamente i dettagli, così come generare curiosità ed interesse, sono indubbiamente le fotografie. Spesso tali contenuti risultano essere di pessima qualità (bassa risoluzione), generici (quindi non specifici della variante di cui abbiamo bisogno) e scarsi (una sola fotografia o addirittura assente).

3d web marketing
Modello 3D di una borsa online

Il 3D Web Marketing cerca di rispondere all sempre più crescente richiesta di informazioni da parte dell’acquirente, rappresentando il prodotto in tutte le sue forme, varianti, colorazioni e, perchè no, configurazioni personalizzate. Immaginiamo quindi l’interazione con una scarpa da donna in un mondo onlin in 3 dimensioni nel quale ruotare di 360° su ogni asse il prodotto, zoomare fino alle cuciture oppure ai lacci, esplodere ciascuna delle componenti per vederne la struttura, definirne diversi tipi di suola e sceglierne il colore. La possibilità dunque di interagire con il prodotto stesso e non la semplice visualizzazione di una galleria fotografica statica.

C’è ancora molto da fare per arrivare ad una completa immersione dell’utente in un flusso di acquisto che contempli elementi in 3D, ma oggi la tecnologia ce lo permette: pensiamo alla crescita del supporto del linguaggio WebGL da parte dei browser web, agli smartphone sempre più performanti, alla realtà virtuale alla portata di tutti (la recente uscita del visore Oculus Quest lo conferma) oppure ai software di scansione 3D a basso prezzo.

1 COMMENTO

  1. Write more, thats all I have to say. Literally, it seems as though you relied on the video to make your point. You definitely know what youre talking about, why throw away your intelligence on just posting videos to your weblog when you could be giving us something enlightening to read?|

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here